TeamEQ blog_It's the new normal really new

La “nuova normalità” è veramente così “nuova”?

Cosa possiamo imparare dal lockdown.

 

Abbiamo imparato molto su noi stessi e sui nostri colleghi negli ultimi mesi.

Abbiamo dovuto affrontare nuove sfide e scoperto nuovi paradigmi organizzativi per fornire ancora più supporto ai nostri team sia professionalmente che psicologicamente. Il Covid-19 ci ha costretti a rivalutare alcuni aspetti fondamentali del modo in cui lavoriamo e ci relazioniamo con gli altri. Ma, nel momento in cui si comincia a vedere la luce in fondo al tunnel, il rischio è quello di dimenticare ciò che di positivo abbiamo appreso lungo il percorso.

Molti di noi stanno affrontando la nuova normalità con sentimenti contrastanti. Da una parte troviamo l’ottimismo, perché sarà forse possibile tornare presto a una realtà più stabile e familiare. Dall’altro lato, si avverte il senso di incertezza, i dubbi e gli interrogativi. L’assenza di una sensazione di sollievo è la regola più che l’eccezione, anche tra i leader che sono riusciti a superare i momenti peggiori della crisi.

Paradossalmente, quando siamo costretti ad affrontare insieme un momento difficile, possono accadere cose inaspettatamente positive. In molte organizzazioni, il senso di urgenza ha fatto scattare un meccanismo di sopravvivenza che ha portato, come risultati positivi, un processo decisionale più rapido, riunioni più efficienti e una comunicazione più onesta, aperta e frequente. Inoltre, per molti, la libertà di organizzare la giornata lavorando da casa e interazioni con il team più informali e autentiche, sono state un gradito cambiamento rispetto alle precedenti esperienze.

Forse, in futuro, i nostri team perderanno il profondo sentimento di comunità che hanno sperimentato durante il lockdown. Pertanto, dovremmo iniziare a pensare ora a come possiamo mantenere questi aspetti positivi acquisiti in un momento di crisi. Sarebbe un’opportunità persa se tornassimo indietro allo stesso modo in cui lavoravamo prima. È tempo di assicurarsi che la “nuova normalità” sia davvero “nuova”.

Gli strumenti che ci aiuteranno ad affrontare la fase 3

Una cosa che deve essere chiara a tutti è che questa “crisi” non è finita, siamo semplicemente entrati in una nuova fase. I nostri team hanno affrontato un mondo incerto, sia psicologicamente che economicamente. In un certo senso, hanno sperimentato sentimenti di perdita e demotivazione che fanno parte di un normale processo di recupero da esperienze traumatiche. Ora più che mai, è fondamentale che i leader abbiano una visione reale della situazione del proprio team sia a livello individuale che collettivo. Monitorare il benessere dei membri del team ed essere in grado di reagire rapidamente a eventuali problemi, ci aiuterà a emergere più forti di prima durante le prossime fasi di questa crisi.

Le organizzazioni più smart e di successo vedranno questo momento come un’opportunità per continuare la trasformazione culturale del proprio business verso modalità di lavoro basate sull’ascolto continuo, feedback attivo e dati in tempo reale. Mettere al primo posto il benessere dei team darà un vantaggio in termini di successo aziendale in questa nuova era.

Ora tocca a te: preferisci tornare alla vecchia normalità? O imparare dall’esperienza e rendere la “nuova normalità”, davvero “nuova”?

Scopri come TeamEQ può aiutarti a migliorare il benessere dei tuoi team e supportare la trasformazione culturale richiedendo una demo oggi

 

Ph: Unsplash.

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar su experiencia.Si continua navegando, consideramos que acepta su uso. Más información

Los ajustes de cookies de esta web están configurados para "permitir cookies" y así ofrecerte la mejor experiencia de navegación posible. Si sigues utilizando esta web sin cambiar tus ajustes de cookies o haces clic en "Aceptar" estarás dando tu consentimiento a esto.

Cerrar